Stiamo arrivando con le armi in mano

23 marzo 2010 at 06:32

Il male non cerca di eliminare la legge. Ma aggirandola mina ad annientarla nascondendo di fatto il suo operato. Dall’interpretazione che diamo alle leggi si capisce dove è volto in nostro animo.

L’interpretazione della legge

La legge è un’arma. La legge può essere interpretata. L’interpretazione della legge viene dal cuore e dal buon spirito. È così per la legge divina ed è così per la legge terrena. I “legali malvagi” (e con legali non si intendono avvocati ma la tendenza al rispetto delle leggi) hanno sempre capito che la chiave della loro libertà è nella legge. Per questo non hanno mai contraddetto la legge, ma l’hanno sfruttata, aggirandone ogni più dettagliato termine fino a sconvolgerne completamente il senso. La legge scritta potrebbe anche non esistere. Basterebbe la legge che è racchiusa nei cuori delle genti. L’interpretazione che diamo alle leggi è una rappresentazione del nostro animo. Ogni uomo è in grado di riconoscere il bene e il male. C’è quindi da chiedersi dove vediamo l’uno e dove l’altro in tutto questo. Chi ha orecchie per intendere intenda.