Biglietto dell’autobus da 15 minuti al costo di 25 centesimi

11 aprile 2010 at 06:36
Autobus a Bologna

Autobus a Bologna

Il biglietto orario dei bus urbani al costo di 1 € è un’astuto modo per fare cassa da parte delle aziende che offrono il servizio. Il cittadino ha l’esigenza di un biglietto di durata inferiore a un costo ridotto.

Il biglietto di quartiere

Negli ultimi anni ho ripreso a utilizzare i mezzi pubblici più di quanto facessi un tempo. Ci sono lati positivi e negativi come in tutte le cose, ma ciò che mi ha smpre incuriosito è il costo del biglietto. Che prenda un bus per fare 4 fermate o per farne 20 pago sempre 1 €. Non è giusto e soprattutto un euro, considerato il tipo di servizio, non è poco. Facendo delle chiacchiere con alcuni amici mi è balzata alla mente un’idea: se esistono il biglietto urbano ed extraurbano, perché non fare anche una sorta di biglietto di quartiere?

Piccoli spostamenti in bus a un piccolo costo

Ciò che dovrebbe essere fornito ai cittadini è un biglietto che abbia una durata e un costo inferiori rispetto ai 60 minuti attuali del biglietto urbano al prezzo di 1 €. Consentirebbe quei piccoli spostamenti che sono spesso necessari, risparmiando molto. Se devo fare 4 o 5 fermate per raggiungere il centro commerciale con l’obiettivo di fare spesa, diventa oneroso spendere 1 € ad andare e 1 € a tornare. In 60 minuti infatti non riesco ad andare, fare la spesa e prendere il bus di ritorno con lo stesso biglietto. Mentre se avessi un biglietto di durata di 10 o 15 minuti al costo di 20 o 25 centesimi usufruirei di un buon servizio a un giusto prezzo, che mi consentirebe di risparmiare e di essere anche più propenso a utilizzare i mezzi pubblici per i piccoli spostamenti.

60 minuti di biglietto in gran parte sprecati

L’attuale durata di 60 minuti è nella maggior parte dei casi fuori luogo. Chi passa 60 minuti in bus? E chi riesce in 60 minuti ad utilizzare due volte il bus con lo stesso biglietto? Sono consapevole che ci saranno persone che hanno avuto, e hanno tuttora, esigenze di questo tipo. Anche a me è capitato a volte. Ma se avessi la possbilità di utilizzare biglietti di durata e costo inferiori potrei comunque prendere il bus in vari modi gestendo il mio tempo e il mio denaro mentre effettuo vari spostamenti. Con l’attuale biglietto orario gran parte dei 60 minuti non vengono quasi mai utilizzati. Ma l’euro che compone quei 60 minuti finisce sempre nelle casse dell’ATC (servizio trasporti pubblici Bologna).

Fornire un servizio bus migliore ai cittadini

Il problema è sempre il solito: si forniscono servizi per fare cassa e non per migliorare la vita dei cittadini. Le idee e le possibilità sono tante, ma se l’obiettivo che ci si prefigge invece che essere il servizio è il denaro, le cose non funzioneranno mai in maniera efficiente ed economica. A volte non c’è bisogno di grandi progetti e vari ingegneri per migliorare i servizi cittadini, basta solo l’intento a volerlo fare. Nei miei piani futuri c’è in programma il desiderio di abbandonare completamente l’automobile a favore dei mezzi pubblici e della bicicletta. Ma fino a quando per fare spesa dovrò mettere in conto 2 € aggiuntivi per il bus, continuerò a prendere l’auto. Sono più comodo e spendo meno. Che le istituzioni si attivino e si diano da fare per migliorare i servizi offerti ai cittadini tanto quanto si impegnano per fare denaro!