Immedesimarsi negli altri per imparare ciò che una sola vita non può insegnare

23 Ottobre 2009 at 06:17

l'unione di due mani colorate forma la terra

Più vite in un unico mondo


Troppo spesso ci soffermiamo a vivere la nostra vita talmente presi da dimenticare di immedesimarci nelle vite altrui. Un esercizio che fa crescere e imparare e che se applicato fino in fondo può rendere veramente pieni e felici.

L’impegno verso gli altri per imparare oltre la propria vita

Una sola vita non basta per imparare tutto ciò che si potrebbe nel contesto di vita gnerale. Ogni essere vivente, ogni luogo, ogni situazione, ogni momento è unico, irripetibile. Chi impara e capisce cose nella propria vita non può imparare ciò che imparano gli altri nella loro. C’è chi vive nell’agio, chi nella fatica, chi disperato, chi felice, chi ignorante, chi pensante, chi maschio e chi femmina. C’è chi vive in questo tempo, chi in altri tempi ha vissuto e soprattutto chi nei tempi che devono ancora venire vivrà.

Indossare abiti diversi per diverse esperienze

Se si vuole imparare tanto dalla vita quindi non basta appoggiarsi solo al bagaglio di esperienze del proprio vissuto. Occorre immedesimarsi negli altri. Immaginare come sarebbero alcune situazioni se vissute vestendo i panni delle altre persone. Pensando a questi scenari si può arrivare a spaziare in situazioni infinite e portarsi a casa così un pò l’esperienza di tutti. Allora la propria vita è vissuta veramente a pieno, poichè non la si vive con il solo vestito che si indossa, ma si comprende come sarebbe viverla con altre vesti. Tutto torna così indietro in un continum che produce nuove esperienze e nuove situazioni a cui pensare. Miglioriamo così noi stessi e la nostra comprensione della vita.

La fede senza le opere è morta

Se a questi risultati di pensiero si riesce poi ad applicare l’azione di un qualcosa che si è imparato davvero si raggiunge l’apice del proprio vissuto.