Internet e il web visti dagli occhi (marci) dei politici Italiani

16 dicembre 2009 at 05:53

poltrona politica e cavi banda larga

La vecchia politica Italiana non riesce a fare crescere una giovane banda larga


I politici italiani continuano a parlare di web e internet non avendo nessuna conoscenza a riguardo. Vedono cose che non esistono e chiudono gli occhi quando non vogliono vedere ciò di cui dovrebbero occuparsi.

Il rapporto di comodo tra politica e internet

La politica italiana ha un rapporto molto particolare con internet. Tende ad occuparsene solo quando gli fa comodo e può guadagnarci qualcosa. Al momento in cui c’è da investire però sembra che la rete non interessi più nessuno. Così durante il caso dell’aggressione a Berlusconi si parla della violenza presente sui social network, ignorando che i gruppi su facebook sono per lo più il lavoro di ragazzini, che non sanno nemmeno di cosa parlano. Come i politici fondamentalmente, che parlano di cose che non sanno e perdono l’occasione di stare in silenzio. Come se la violenza spuntasse solo sulla rete e solo nel caso suddetto. La televisione è piena di porcate dalla mattina alla sera e nessun politico ha mai detto nulla. La politica stessa è piena di toni violenti e anche in quest’occasione nessuno si è mai pronunciato.

L’Italia ha politici anziani e una banda larga giovane che non viene aiutata a crescere

L’italia ha una massa di politici ignoranti e arraffasoldi che straparla e combina poco, a meno che non siano affari personali, allora i ritorni ci sono eccome. I politici Italiani non sanno nemmeno cosa sia internet. Promulgano leggi a riguardo, si indignano per la violenza presente sul web, intanto la banda larga. non riceve i finanziamenti promessi e gli Italiani non vedono ancora lo sviluppo del paese. Che schifo!