Ciò che resta dell’Italia

1 giugno 2010 at 06:29
tricolore italiano

2 Giugno - festa della repubblica

Non rimane molto della nostra nazione. Ma sono speranzoso che rimangano gli Italiani veri, che con la loro passione, patriottismo e tenacia sapranno risollevare l’Italia una volta caduta. La rialzeranno a nuova veste e sarà più forte che mai.

L’Italia dei quarantenni in pensione e dei ladri

Non so bene cosa resti dell’Italia. Forse una storia da raccontare. Forse la storia e basta. Già, perché con quello che resta di questo paese ci sono poche prospettive future. Quando ero piccolino percepivo il vociferare dei politici ladri che stavano al governo. Ad oggi non mi pare le cose siano di molto cambiate. Qualche aggravante in più forse. Sta di fatto che tra gli anni 70 e 90 il governo Italiano iniziò politiche fuori di testa, come le pensioni ai quarantenni, e finì con un bel “ruba ruba” generale (finché ce n’era meglio approfittarne avranno pensato).

La politica degli ultimi 20 anni e il cervello degli italiani

Mi chiedo se coloro che difendono a spada tratta l’attuale governo abbiano visto migliorare la loro vita negli ultimi vent’anni. Tra gli anni 90 e il 2010 è stato fatto di tutto. Non ce ne siamo accorti ma ci hanno rubato la nazione proprio a casa nostra. È cambiata la TV, la politica e il cervello degli Italiani è mutato insieme a loro. Ad oggi ci ritroviamo una politica zoppicante, malsana, incapace, opportunista e se non ho elencato aggettivi positivi non è per dimenticanza. I paesi si mettono sotto dittatura sfruttando 2 tematiche: informazione e istruzione. Purtroppo, molti Italiani non hanno altro canale informativo che non sia la TV o i giornali e sappiamo bene in che condizioni siano entrambi. Quanto all’istruzione ritengo abbia raggiunto un disfacimento storico mai raggiunto prima.

Italia: splendida fenice!

Non vedo innovazione, ricerca, speranza, possibilità di lavoro. Vedo menzogne, malavita, falsi interessi e caos. Se non la vedi come me non è un fatto di opinioni diverse, semplicemente tu non ci vedi un cazzo! Un paese in queste condizioni non ha futuro. Se si salverà sarà solo per merito di alcuni Italiani che avranno saputo aggrapparsi a valori veritieri e avranno continuato a lottare nonostante tutto. Spero una volta l’Italia sarà completamente bruciata, possa con le sue ceneri fertilizzare le menti di quegli Italiani che intanto non saranno scappati. Spero possa rinascere dalle sue ceneri come una splendida fenice! Nel mentre, buona festa del 2 giugno!