L’utilizzo del web che fanno gli Italiani dimostra quanto siano ignoranti e sadici

20 luglio 2010 at 06:17
Taricone e Dell'Utri

Informazione degli Italiani tra la morte di Taricone e la sentenza a Dell'Utri

Gli Italiani hanno scelto di usare il web per informare circa la morte di Taricone, ma non della sentenza riguardo Dell’Utri. Dagli “Italiani brava gente” agli “Italiani gente sadica”.

È morto Taricone e hanno condannato Dell’Utri

Il giorno in cui è morto Pietro Taricone è risultato evidente come un buon strumento quale il web in mano a persone con poco cervello possa diventare uno strumento mediocre. Certo, siamo tutti dispiaciuti per Taricone; per ciò che rappresentava, per il personaggio che era, ma soprattutto per l’uomo che abbiamo conosciuto. Quel giorno sono apparsi sulla rete e sui vari social network infiniti post o link riguardo la sua morte. Lo stesso giorno è stato condannato Marcello Dell’Utri, ma i post e i link a riguardo sono stati molto meno, anzi, proprio pochi.

Italiani sadica gente

Se gli Italiani usassero la rete per informare e informarsi allo stesso modo in cui la usano per pubblicare notizie poco rilevanti per il paese (con tutto il rispetto per Taricone) l’Italia sarebbe sicuramente un paese diverso. Ma forse è solo utopia, perché occorrerebbero Italiani diversi per avere un paese diverso. Italiani non interessati al gossip, alle minchiate, alla notizia bollente e soprattutto non così sadici. Già, perché postare i link della morte di Taricone è solo un modo per farsi grandi agli occhi degli altri. Come volere dire “hai visto cosa ho postato? Tu lo sapevi? Io sono cool perché l’ho postato prima di te”.

6 anni fa i social network quasi non esistevano ancora e il web non offriva gli strumenti attuali e non aveva nemmeno un così ampio utilizzo. Ma 6 anni sono l’età della figlia di Taricone. Ora, se fosse nata qualche settimana fa qualcuno avrebbe postato o linkato qualcosa? Perché quindi informare sulla morte di una persona, che fondamentalmente viene ritenuta una cosa triste, ma non informare su una cosa bella come la nascita di una bambina? A voi il pensiero e la ovvia e dura risposta.