I liberi professionisti che non fatturano

18 settembre 2009 at 09:24

Luigi e Mario Bros - idraulici Italiani

Luigi e Mario - idraulici Italiani


In Italia alcuni liberi professionisti danno per scontato che la fattura è una sorta di optional. Pagare le tasse per loro è qualcosa da evitare assolutamente. Se la prendono con lo stato e intanto fanno una montagna di soldi non dichiarano nulla!

Ho bisogno di un fontaniere!

Il trasferimento nel mio nuovo appartamentino si è attardato negli ultimi giorni a causa di un sifone del lavandino del bagno che perdeva. Contattato il primo fontaniere, questi viene a vedere il lavoro e mi dice che tornerà il mattino seguente. Alle 10:30 dell’indomani, orario dell’appuntamento, non si vede nessuno, e non telefona nemmeno per avvertirmi del ritardo. Alla fine non verrà proprio.

Archiviato il primo fontaniere faccio una ricerca online e con le parole chiave “fontaniere borgo panigale” trovo un aggregatore di aziende con un paio di fontanieri proprio nel mio quartiere. Bene, chiamo il primo e mi ritrovo al telefono una persona molto disponibile, che nonostante gli impegni trova il tempo per venire da me in mattinata. Gli chiedo quanto mi costerà il lavoro per farmi un’idea e sapendogli dire cosa c’è da fare riesco ad essere molto specifico. Mi fa un preventivo di 50 / 60 €.

Un preventivo dinamico

Contento di questo preventivo abbordabile lo attendo e arrivato il fontaniere a cas mia una delle prime cose che mi dice è che nella strada a fianco di casa mia c’è il comico di zelig con l’occhio nero. Il comico mi sta simpatico, ma in quel momento non mi interessa proprio per niente. Comincia a osservare il lavoro mentre cerca di ricordarsi il nome del comico e scoperto che al telefono non aveva capito che il pezzo guasto era un altro mi dice che il costo sarà di 90 €.

Il fontaniere si mette al lavoro

Però, per essere appena arrivato come rincaro non c’è male! Ok gli dico, il lavoro è da fare e quindi facciamolo. Contratto un pò, ma con grande filosofia il fontaniere mi dice che 10 € in meno non impoveriranno lui e non arricchiranno me. Vero! Io in questo periodo non ho un soldo e 10 € per me fanno quasi la differenza, ma mi piace il concetto filosofico e quindi vada per i 90 €.

A fine lavoro richiedo la fattura

Messosi al lavoro, slambiccando dentro e fuori il mobiletto del bagno che sorregge il lavandino cerca ancora di ricordarsi il nome del comico e dopo 50 minuti di lavoro molto tranquillo finisce tutto! Bravo! Veramente efficiente! Prendo i miei 90 € e gli chiedo la fattura potendo scalare io il 50% dei costi. Il panico divampa negli occhi del fontaniere. Mi dice “mmhhh… con la fattura devo farti pagare l’iva…” Ok dico io, che problema c’è? Allora cosa sono, 108 €? Lui continua dicendo “Eh no, con la fattura devo farti pagare la chiamata e quindi sono 158 €

Il senso di ontestà perduto degli Italiani

Ma sei fuori o cosa?!?! Inizio un discorso con il fontaniere cercando di fargli capire che quando si preventiva un lavoro dovrebbe essere scontato che c’è la fatturazione, non un optional! Cerco di fargli capire l’importanza della fatturazione e la questione propria del principio. Allora comincia ad attaccare lo stato.

“Si cazzo, perchè è colpa dello stato che mi porta via la metà dei soldi e quindi è lo stato che mi costringe a fare il nero!” Sarà, ma non fatturando tu poi allo stato non gli dai proprio niente così! Lo stato ti fornisce vari servizi e ti porta via la metà del tuo guadagno, ma tu allo stato fornisci poco e gli porti via tutto quello che gli spetta! Chi è più ladro quindi?

La mia complicità col delinquente

Mi ero promesso che non avrei più permesso a nessuno di fare del nero con me, ma ho fallito! Non disponendo di tanti soldi e partendo da un preventivo di 50 € me ne sono ritrovati 158 €, e da schifoso italiano ne ho pagati 90 in nero! Sicuramente non chiamerò più questo disonestissimo idraulico! E lo sconsiglierò a chiunque sperando che gli torni indietro un pò della merda che ha lanciato!

Alcuni Italiani e l’onestà sono due mondi diversi che non si incontreranno mai!

La cosa che mi ha colpito di più comunque è stato vedere come non recepisse per nulla il contesto della fattura e la questione dell’onestà e del principio. Continuava a dire che a me non conveniva, forse credendo di essere pure altruista con questo pensiero. Sta di fatto che la fattura per lui era come la morte! Glielo leggevo in faccia!

Alla fine mi son fatto una botta di conti! So che il pezzo che mi ha cambiato costa all’incirca 30 €, ma probabilmente lui lo ha pagato molto meno. Alla fine si è messo in tasca 65 € esentasse per 50 minuti di lavoro! e non ha avuto chissà quali costi perchè dista un paio di isolati da casa mia. Più di 1 € al minuto!….

Ho fatto due conti…. ho sbagliato lavoro?

Sebbene da poco, sono un progettista e un designer. Per lavori di modifica di siti web prendo 25 € all’ora fatturati! Che tolte le tasse saranno circa 15 €. Sto impazzendo da un anno per cercare di saltarci fuori con questo lavoro ed è davvero dura. Facendo ancora un paio di conti è sorta in me una spontanea domanda “Che abbia sbagliato lavoro?”

In Italia se sei uno stronzo ti senti un figo!

In Italia ormai non c’è più la concezione dell’onestà e mi chiedo dove e quando l’abbiamo persa. Ricordo che anche qualche anno fa, quando ero più piccolo, c’era ovviamente il contesto di fare del nero, ma era diverso. Il professionista preventivava un lavoro considerando la fattura e se il cliente glielo chiedeva allora magari faceva del nero.

Sia chiaro che è una cosa marcia lo stesso! Ma ora non c’è più ritegno! Si considerano le tasse come qualcosa da evitare schifosamente! I professionisti ormai ragionano in nero e son convinti che sia la normalità. Io son convinto che tutti quelli che evadono le tasse siano dei delinquenti e solo in Italia riusciamo a confezionare le cose in una maniera tale che se sei uno stronzo alla fine sembri uno figo!

Ora ho imparato e la prossima volta farò meglio

Sicuramente ho imparato ancora qualcosa. Evidentemente sarà necessario che quando richiederò un preventivo dovrò specificare che voglio la fattura. Così non ci saranno incomprensioni di sorta tra me e il delinquente che chiamo a casa!

Ritengo infatti che la cosa giusta che avrei dovuto fare sarebbe stato impormi sul fontaniere ed esigere la fattura al prezzo preventivato, perchè è normale che quando mi fai un preventivo c’è da considerare la fattura! Ancora meglio avri potuto fargli anche una bella denuncia. Cercherò di mettere da parte ciò che ho imparato, così da non diventare complice di un delinquente la prossima volta che ne avrò occasione!