Libertà dei fumatori e dei non fumatori

13 luglio 2009 at 10:37
sigaretta

La sigaretta della discordia

La libertà di chi non fuma si scontra sempre con quella dei fumatori. Malgrado il divieto di fumare nei locali, fumatori e non fumatori arrivano comunque a contatto. Dove finisce la libertà di uno e dove inizia quella dell’altro?

Fumare senza accendere alcuna sigaretta

È davvero difficile fare chiarezza su questo tema. Credo sia giusto che la libertà di una parte non debba mai intaccare la libertà dell’altra, ma forse il problema salute da un pò più ragione a chi non fuma. Sabato sera ero a sedere con un amico nei tavolini esterni di un pub. Per tutto il tempo che sono rimasto li ho fumato anche io sebbene non abbia acceso alcuna sigaretta. Due ragazzi in un tavolino a fianco fumando mi innondavano di ventate di fumo. Sono andato via piuttosto stizzito.

Ieri sera ero ad ascoltare un concerto all’aperto. Vi era una grande massa di persone e più e più volte mi sono spostato cercando di evitare le folate di vento che portavano fumo sotto al mio naso e dentro ai miei polmoni. Ovviamente è stato tutto inutile, c’era sempre qualcuno che fumando faceva si che il fumo arrivasse sino a me. A volte quando cammino per strada ho davanti persone che fumano e lasciano una scia orrenda per me che li seguo. È giusto che chi non fuma debba sorbirsi il fumo degli altri? Avrei voluto fare delle chiacchiere con il mio amico senza respirare fumo. Avrei voluto ascoltare il concerto senza respirare fumo. Così come vorrei camminare liberamente senza respirare fumo.

Fumare fuori dalle porte degli ospedali

Capisco che la voglia di libertà di chi fuma è la stessa. I fumatori vorranno sicuramente fumare una sigaretta in santa pace al pub, così come mentre ascoltano musica e camminano per strada. Ma dove stà la ragione? Difficile dirlo, ma posso portare la mia esperienza personale. I fumatori potrebbero usare buon senso, cercando di leggere le situazioni e capire che ad altre persone il fumo da fastidio. Trovo infatti grande ignoranza in quelle situazioni in cui i fumatori si fermano fuori dalle porte dell’ospedale, creando una vera e propria cappa che tutti quelli che entrano o escono dall’edificio respirano, in barba il divieto di fumo.

Il buon senso che manca ai fumatori

La maggior parte di fumatori non ha buon senso. Mi permetto di dirlo perchè sono stato un fumatore accanito per parecchi anni e ora che non lo sono più da ormai 4 anni non posso praticamente sopportare il fumo, anche per ragioni di salute. La mia gola infatti ha purtroppo delle lesioni e non appena entra in contatto con il fumo si vendica su di me con forti sensazioni di dolore. Ricordo bene come ragionavo quando fumavo e vedo chiaramente quel modo di ragionare nei fumatori che conosco e che mi stanno intorno. Il fumatore non è quasi mai disponibile a rinunciare alla sigaretta. Non comprende altri pensieri a riguardo se non il suo. Figuriamoci se quando esce di casa pensa a chi ha di fianco a un concerto o al pub, o a chi gli sta dietro mentre cammina.

Vorrei smettere di fumare il fumo passivo!

Personalmente preferirei non dovere fumare il fumo degli altri! I fumatori hanno il loro diritto di libertà ed io il mio! Vorrei sentirmi libero di andare a un conerto, o al pub, o camminare per strada senza intossicarmi o rischiare una malattia. Chi fuma dovrebbe essere in una posizione di svantaggio visto che si parla di salute! A mio avviso dovrebbe essere la libertà dei fumatori a essere minata e non quella di chi non fuma! Questo perchè la libertà dei fumatori mina la salute degli altri mentre la libertà dei non fumatori non mina la loro!

Divieto di fumo con dure restrizioni e multe salate! Credo sarebbe giusto vedere questo nei luoghi pubblici esterni! Chi fuma lo dovrebbe fare in casa con appositi aspiratori che buttino il fumo sul tetto e non fuori dalla finestra dove un vicino rischierebbe una nube tossica invece che una boccata d’aria! Oppure potrebbero fumare in apposite aree esterne dedicate ai fumatori, come già accade in alcune città Americane.

Duro monito ai fumatori per smettere di fumare

Da ex fumatore ci tengo a dare un consiglio ai fumatori e lo faccio duramente per il loro bene. La sigaretta è un segno di debolezza. Vivere dipendendo dal fumo credo non piaccia nemmeno a chi fuma. Impegnarsi a smettere di fumare è il minimo che un fumatore possa fare! Un’obiettivo importante per riempire la propria vita di di gioia e non di fumo! Abbiamo già tante dipendenze dai nostri bisogni primari che non credo sia necessario crearsene altri. Dobbiamo infatti nutrirci, ma ormai dipendiamo dal mangiare solo cose buone e prelibate. Dobbiamo vestirci, ma non lo facciamo più se non parlando di moda. E infine dobbiamo respirare; quindi fumatore degnati di farlo senza dipendere da una schifosa sigaretta!

Ricordati come e perchè hai cominciato a fumare! Nessuno comincia a fumare per volontà. Si comincia a fumare per ignoranza, vedi di smettere di fumare per intelligenza!