La ricerca dell’accettazione

9 agosto 2013 at 17:06

3 dita dipinte che somigliano a 3 amici che si abbracciano

Vogliamo tutti essere accettati e lottiamo, forse troppo, per ottenere questo obiettivo. Purtroppo capita spesso che chi cerca sentimenti sia attorniato da stolti e ignoranti.


Le grandi compagnie e i piccoli sentimenti

Quando penso alla mia vecchia compagnia lo faccio con un sorriso e una lacrima. Bei tempi quelli e bei momenti. Ma anche tanta disperazione, individualismo e menefreghismo, nonché una completa mancanza di capacità di gestione e interesse nei rapporti.

Credo ciò che tanti di quel gruppo di amici abbiano sempre cercato, e trovato solo in rari casi, sia sempre stato l’apprezzamento e l’accettazione da parte degli altri. Per lo più probabilmente da parte del gruppo. Quel gruppo indefinito che quasi tutti dimenticavano essere composto da singoli individui e non essere una singola entità.

Se non trovi sentimenti positivi generi odio

La mancanza dell’accettazione da parte degli altri crea vuoti che spesso riempiamo con paure, che di conseguenza ci fanno comportare in modo strano e in alcuni casi si trasformano in odio.

Siamo tutti degli eterni innamorati delle persone che non possiamo avere; e non parlo di rapporti di coppia. Vogliamo semplicemente ottenere un riconoscimento, una pacca sulla spalla di entità spirituale. Vogliamo essere accettati e vogliamo che gli altri condividano i nostri sentori e le nostre passioni.

Scegli chi vuoi essere e chi vorrai diventare

Purtroppo queste società di merda fa si che spesso veniamo derisi per questo, creando in noi, semplici uomini in cerca di sentimenti, dei sentori negativi che ci trasformano in mostri. Se non puoi essere quello che vorresti, allora non ti rimane altro che diventare ciò che non vorresti mai essere. È difficile soffrire senza reagire e la maggior parte di persone reagisce a ciò che non riesce ad ottenere con sentimenti negativi.

Accettare gli altri è fondamentalmente una cosa semplice. Se non fosse per tutte quelle strane idee che ci mettiamo in testa a forza! Infine si tratta solo di scegliere se vogliamo muoverci per il bene o per il male. Che dici, meglio accettare un amico con una pacca sulla spalla o deriderlo?