L’impegno richiesto a ognuno di noi per salvaguardare l’ambiente

6 novembre 2011 at 12:52
Due ambienti diversi combacianti: il primo prosperoso con mare e alberi, il secondo arido con deserti e alberi secchi.

La scelta dinnanzi agli uomini circa l’ambiente.

Agli uomini d’oggi manca sempre più la sensibilità nei confronti della natura, dell’ambiente e del pianeta in cui vivono. Occorre cambiare mentalità e atteggiamento nella vita quotidiana per riuscire a salvaguardare l’ambiente che ci circonda.


Ognuno di noi può fare la differenza impegnandosi a ripulire il mondo

Qualche settimana fa stavo facendo running nel parchetto dietro casa. Alcune centinaia di metri più avanti a me un signore passeggiava tranquillamente. Ad un certo punto nota una bottiglia di plastica abbandonata nel parchetto a qualche passo da lui. Lascia il suo percorso, si dirige verso la bottiglia, la raccoglie insieme ad altra immondizia di piccole dimensioni e si incammina verso il bidone della spazzatura più vicino.

Un flashmob per sensibilizzare le persone riguardo il riciclo e il problema della plastica

Mi è subito venuto in mente un flashmob che vidi su youtube qualche giorno prima. Nel video quì sotto si nota quanto l’indifferenza e l’impegno possano fare la differenza o meno in quello che presto sarà un problema ambientale globalizzato; almeno se ognuno di noi continua a fregarsene dell’ambiente in cui vive e del contributo che può dare alla causa della salvaguardia del pianeta.

Un’isola di immondizia e plastica nel pacifico

Il Great Pacific Garbage è l’insieme di tutta la spazzatura mondiale accumulatasi tramite le correnti marine in un medesimo punto fino a formare un’isola di immondizia e plastica che è stata valutata essere 3 volte più grande della superfice della Spagna. Se ti chiedevi che fine facevano le bottigliette che lasci in giro o non ricicli ora lo sai. È indispensabile che tutti diveniamo più consapevoli dell’ambiente in cui viviamo e ci operiamo per proteggerlo.