dio

Della ragione degli uomini, della loro capacità di discernimento e delle loro azioni

17 aprile 2011 at 18:41
Donna metà buona e metà cattiva

La ragione dell'uomo e le sue possibilità di scelta

Un uomo che non pensa non è un uomo. Ma non solo: oltre al pensiero occorre percepire quei sentori che non provengono dall’intelletto, ma dallo spirito che, più di ogni altra capacità umana, conduce alla comprensione e al discernimento delle cose.

Imagine di John Lennon; canzone del secolo futuro?

21 febbraio 2011 at 14:17

John Lennon è sempre apparso come un pacifista e un portatore di messaggi umanitari. Esaminando la canzone “Imagine”, si nota però che invita al nuovo ordine mondiale e cerca di convincerci che senza Dio staremmo tutti meglio

Trasformazione delle feste religiose in tributi all’economia e all’ignoranza

19 novembre 2010 at 06:24
Uomo stilizzato impiccato da un filo del codice a barre

La fine degli uomini che festeggiano natale e ramadan

Natale e ramadan fanno girare talmente tanti soldi che piano piano saranno trasformate in modo tale che non ci siano più fedeli di una religione o dell’altra. Tutti gli uomini diverranno “consumatori”. Del resto come sta già avvenendo.

I messaggi mancati del papa

24 settembre 2010 at 06:16
il papa

Ostentazione della ricchezza e dell'idolatria papale

Il papa non insegna mai ciò che dovrebbe insegnare. Il linguaggio del Cristo era per molti duro e difficile. Chi seguirebbe mai un leader che induce la gente a muoversi e faticare? Meglio dare ai fedeli ciò che vogliono, piuttosto che dargli ciò di cui avrebbero bisogno con il rischio di perderli.

Il comportamento del papa

Tralasciando tutto quanto concerne la chiesa cattolica e i discorsi che si potrebbero fare circa fedeli, fede e religione istituzionalizzata (e ce ne sarebbe da dire!), c’è da chiedersi perché il papa non invita mai i fedeli all’azione. Lo si vede spesso uscire dalla sua buffa finestrella, parlare di politica come il leader di un partito italiano qualsiasi, vociferare a grandi linee sulle questioni più in voga del momento e affliggersi e pregare per le disgrazie dei paesi e delle genti (ignorando che sta scritto di pregare di nascosto e non mettendosi in mostra davanti a tutti).

Ciò che il papa non insegna

Perché il papa non invita mai i credenti a combattere il consumismo? A smettere di seguire i precetti del mondo? Ad abbandonarsi alla provvidenza? (certo, quest’ultimo punto in particolare farebbe veramente ridere sentirlo promulgato dal suo pulpito). La risposta è abbastanza retorica per coloro che hanno capacità di ragionamento e un acuto intelletto. La chiesa cattolica e il papa vivono di consumismo, di controllo delle masse, e ancora di più di denaro. Abbandonarsi alla provvidenza e a una vita di rinuncia non confà al suo credo. Chi lo seguirebbe più se non si agghingasse e comportasse come una rock star e predicasse la povertà? Chi lo seguirebbe se insegnasse alle genti a non idolatrare statue e santini tanto care alla chiesa cattolica e ai suoi fedeli? Chi mai capirebbe, tra quella massa di stolti che lo segue e lo adora come un nuovo dio ogni qualvolta esce dalla sua finestrella, se dicesse loro di adorare dio in spirito e verità così come sta scritto?

Gli insegnamenti del papa e della chiesa cattolica sono atti a tenere strette le genti a se per non perdere il potere che hanno su di loro. Le genti non se ne accorgono ma viene dato loro esattamente ciò che esse vogliono. Se venissero educate con bastone di ferro (così come sta scritto) il papa non verrebbe seguito più da nessuno, se non dai pochi che saprebbero riconoscere la giustezza delle sue parole. Ma questa è un’altra storia. Ricordate: “nessuno è più grande del suo signore”. Vi sembra forse che il papa faccia la vita del Cristo?

Un discepolo non è più grande del maestro, né un servo è più grande del suo signore; è sufficiente per il discepolo diventare come il suo maestro e per il servo come il suo signore. Se hanno chiamato Beelzebùl il padrone di casa, quanto più quelli della sua famiglia!
Matteo 10,24

Quello che il Cristo ha detto riguardo le altre religioni e i falsi profeti

3 settembre 2010 at 20:07
Jim Caviezel interpreta il Cristo ne La passione

Jim Caviezel interpreta il Cristo ne La passione

Il cristo ha menzionato falsi profeti e altre religioni. Costoro hanno fatto lo stesso con lui? Da un primo esame si direbbe di no. Per quale motivo?

I dubbi della fede di alcune persone

Tante persone si chiedono spesso per quale motivo la fede di un cristiano dovrebbe essere più “giusta” rispetto a quella di un musulmano, di un ebreo o di un hinduista. Queste domande nascono soprattutto in occidente e fondamentalmente da un oppressione cattolica che ha distrutto molte fedi a causa di precetti e cerimonie, oltre alle incongruenze. Generalmente chi si pone queste domande ha una scarsa conoscenza delle religioni e della propria religione di “appartenenza” in particolare. Un esame (forse superficiale vista la vastità dell’argomento) riguardo cosa le varie religioni dicano l’una dell’altra (o meglio i loro profeti), mette in evidenza alcuni punti interessanti.

Falsi profeti e anticristo

Osservando dal punto di vista “cristiano” (non cattolico) le altre religioni, si evince come la fede era, e sarebbe stata, materializzata a scapito dello spirito. Vengono menzionati anche i falsi profeti, che sarebbero giunti dopo di lui. Vediamo alcuni esempi:

uomini che adorano statue

Adorazione di statue

poiché essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno venerato e adorato la creatura al posto del creatore, che è benedetto nei secoli. Amen.
Romani 1,25

Simoboli di isalm ed ebraismo

Coloro che negano il padre e il figlio

Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L’anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio.
1 Giovanni 2,22

Rifiutan fede a Dio quelli che dicono: “il Cristo, figlio di Maria, è Dio”. Rispondi loro: “Chi potrebbe impedirlo a Dio, se Egli volesse annientare il Cristo figlio di Maria, e sua madre e tutti coloro che sono sulla terra?
Corano V:17

Mancano versi specifici, ma tutti conosciamo la storia circa la negazione del padre e del figlio da parte dell’ebraismo.

Il cristo ha poi messo in guardia circa i falsi profeti che sarebbero giunti dopo di lui. Di chi parlava? Chi sono costoro? Ad oggi credo se ne possano vedere ovunque. Dai personaggi di spicco delle religioni istituzionalizzate, ai vari predicatori blasfemi, ai politici dei vari paesi, fino a filosofi, scienzati, economisti, ecc… Ma nello specifico c’era forse qualche personaggio in particolare a cui alludeva il cristo? E tralasciati alcuni versi del corano, le altre religioni parlano del cristo? L’argomento è molto ampio. Invito quindi coloro che hanno conoscenze specifiche in ambito religioso alla discussione.