legge

Stiamo arrivando con le armi in mano

23 Marzo 2010 at 06:32

Il male non cerca di eliminare la legge. Ma aggirandola mina ad annientarla nascondendo di fatto il suo operato. Dall’interpretazione che diamo alle leggi si capisce dove è volto in nostro animo.

L’interpretazione della legge

La legge è un’arma. La legge può essere interpretata. L’interpretazione della legge viene dal cuore e dal buon spirito. È così per la legge divina ed è così per la legge terrena. I “legali malvagi” (e con legali non si intendono avvocati ma la tendenza al rispetto delle leggi) hanno sempre capito che la chiave della loro libertà è nella legge. Per questo non hanno mai contraddetto la legge, ma l’hanno sfruttata, aggirandone ogni più dettagliato termine fino a sconvolgerne completamente il senso. La legge scritta potrebbe anche non esistere. Basterebbe la legge che è racchiusa nei cuori delle genti. L’interpretazione che diamo alle leggi è una rappresentazione del nostro animo. Ogni uomo è in grado di riconoscere il bene e il male. C’è quindi da chiedersi dove vediamo l’uno e dove l’altro in tutto questo. Chi ha orecchie per intendere intenda.

Scudo fiscale: una proposta che mina legalità, onestà e giustizia

30 Settembre 2009 at 10:21

Il ministro Tremonti allontana gli Italiani e sorride ai ricchi evasori e ai loro patrimoni all'estero

Ironia sullo scudo fiscale che rende bene l'idea della manovra


Lo scudo fiscale è una manovra che rischia di cambiare le regole come mai si è visto prima in Italia. Con la scusa o l’ignoranza di fare rientrare capitali dall’estero si da il via libera alla legalizzazione dell’illegalità.

Gli Italiani non sempre sono brava gente, ma spesso delinquenti quando non pagano le tasse

Ascoltiamo spesso come gli Italiani siano definiti la “brava gente”. Generosi nelle situazioni come l’ultima dell’abbruzzo. La realtà però è un’altra. Gli Italiani sono prettamente degli individualisti, e l’evidenza di questo si ha nel pagamento delle tasse. Non pagando le tasse, l’Italiano privato o imprenditore che sia, pensa solo a se stesso e non considera nemmeno il concetto di comunità. Non pagando le tasse delinque in maniera grave nei confronti dello stato e di tutti i cittadini.

Lo scudo fiscale è una proposta contro ogni logica, ragionamento e senso di giustizia

Lo scudo fiscale di cui si sente parlare ultimamente a mio avviso è un affronto alla logica e al ragionamento. Premetto che sono apolitico. Chi promuove lo scudo fiscale tende a vedere i vantaggi che ne deriveranno, con grande probabilità le loro ragioni sono veritiere, ma non sempre ciò che è vero è giusto. Per riuscire a fare entrare soldi nelle casse dello stato non si può ignorare la provenienza di questi soldi. Lo scudo fiscale invece se ne frega. Alla base c’è un concetto che è al di la di ogni giustizia.

Chi ha evaso le tasse negli ultimi anni (e magari si è anche arricchito ulteriormente sfruttando e investendo i soldi non versati all’erario) può tranquillamente farli rientrare pagando praticamente un niente. Invece di punire gli evasori con questa manovra si agevolano. Per fare fluire soldi nello stato fondamentalmente si premia chi si è comportato male e si ignora chi invece si è comportato bene.

L’agevolazione del rientro dei soldi di sangue

Assurdo poi dovere prendere in considerazione che con questa manovra potrebbero tornare in Italia dei fondi sporchi di sangue e di chissà cos’altro. Che quei soldi siano frutto di evasione o di loschi affari (mafia, droga, traffico d’armi) con lo scudo fiscale tornerebbero tutti puliti come il bucato della nonna!

Un paese che non ha più capacità di ragionare

Un paese che si azzarda a promuovere una manovra del genere è un paese che ha perso il lume della ragione. Invece che dare battaglia agli evasori e ai loschi affari con questa manovra li si agevolano soltanto. Sostenendo la causa della cassa dello stato ad ogni costo si perde la corretta via. È un pò come quella parte d’Italia che sostiene la mafia perchè gli da da mangiare.

Facendo un’ipotesi sarebbe come sostenere un despota che grazie al suo traffico d’armi, di droga e quant’altro permette il sostentamento dei cittadini. A quale prezzo? Forse al prezzo di quei cittadini che non possono più parlare, perchè dai soldi che permettono il sostentamento dei vivi sono stati uccisi. Siamo sicuri che rimarremo sempre fuori da questo giro? Siamo convinti che la ruota prima o poi non indicherà proprio noi?

Il buio attorno l’Italia e le menti degli Italiani

Un paese democratico come si dichiara l’Italia deve innanzitutto salvaguardare le leggi, l’onestà e la giustizia. Credo le menti in grado di ragionare convengano con me che questi sono concetti imprescindibili da ogni politica. Chi non conviene con questo ha già perso il cervello in chissà quale meandro, in chissà quale losco affare o raggiro e influenza psicologica.

Ronde al posto delle forze dell’ordine

14 Agosto 2009 at 10:54

Ronde diurne dei volontari per la sicurezza

Ronde diurne dei volontari per la sicurezza


Secondo i nostri politici in Italia non sono le forze dell’ordine a dovere garantire la sicurezza ai cittadini, ma le ronde formate dagli stessi. Leggi farlocche e parole senza senso distolgono l’Italiano dalla verità delle cose.

Lavori in corso per la politica Italiana

La nostra politica non ha mai iniziato a lavorare. Da quando è nata la repubblica l’Italia non ha mai vissuto un contesto politico degno e onorevole. Ladri, fascisti, comunisti, incapaci, mafiosi sono aggettivi che ben si sposano con la nostra classe politica.

Ronde al posto delle forze dell’ordine

Ora vogliono farci fare pure i “vigilantes” e la cosa da non credere è che alcuni lo fanno! Cerebrolesi e a breve senza cervello che si fanno condizionare dai pensieri marci di questa politica e di questa società. Gli Italiani pagano le tasse per avere corpi di polizia, carabinieri e vigili urbani che lavorino per questo. Devono mettersi in testa che è un loro diritto ricevere protezione ed è un dovere dello stato fornirla!

Invece si convincono a fare lotte di nicchia e comizi politici per capire se sia giusto o no a livello morale fare lo ronde. Io dico che non è giusto a livello politico e civile! Gli Italiani dormono ancora un sonno profondo e non riescono a capire cosa sia veramente giusto e utile, tantomeno non riescono a farlo capire ai politici, che sono una casta di persone che crede che la vita si viva con leggi scritte e cazzate nell’aria.

Le ronde nel cervello degli Italiani

Mentre gli Italiani si rincoglioniscono con queste leggi di merda lo stato taglia i fondi alla sicurezza e alle forze dell’ordine. E gli Italiani girano la notte facendo le ronde, invece di dormire e riposare dopo una giornata di lavoro o di informarsi per non farsi fottere il cervello!

Politici di merda con il consenso degli Italiani

Un mio amico dice che un popolo ha al governo i politici che lo rappresentano. Credo che in parte abbia ragione. Finché non faremo nulla per impedire che una massa di incompetenti ci governi con leggi di merda e parole atte a rincoglionirci tutti quanti, avremo sempre dei politici che continueranno a fare il loro comodo. Semplicemente perché glielo permettiamo e pare quasi ci stia bene così.

Che paese è un paese in cui gli abitanti devono proteggersi da soli? Svegliati Italiano, svegliati!